“ALLENATORI 2020″, ANIMATA TAVOLA ROTONDA

  • 2 settimane fa

Quale ruolo e quali sfide per gli allenatori nella pallacanestro contemporanea? E’ stato il tema di una tavola rotonda che si è tenuta al PalaSomaschini di Seregno a margine del Trofeo dell’Amicizia. Promossa da Pino Sacripanti, la tavola rotonda ha visto la partecipazione anche di Alberto Bellondi, presidente regionale della Federazione Italiana Pallacanestro, di Gianni Zappi, presidente dell’Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro, di Giovanni Piccin, presidente del  Comitato Nazionale Allenatori, e di Alessandro Ramagli, allenatore.
Nel corso della riunione è stato messo in luce il tema del professionismo, che formalmente riguarda solo gli allenatori della serie A1, ma che sostanzialmente coinvolge tutti coloro che traggono dall’attività di allenatore di basket la principale fonte del proprio reddito (e sono tanti in serie A2 e B e nei campionati maggiori femminili, ma non mancano anche nelle categorie inferiori), ma che formalmente non hanno lo status di professionista. Nel corso del dibattito, che ha coinvolto un pubblico molto numeroso ed appassionato, è stata sollecitata una presa di posizione delle istituzioni sportive perché il professionismo venga esteso, e quindi, regolamentato, anche per le categorie inferiori.
Un altro tema che ha riscosso particolare attenzione nel corso della tavola rotonda è stato quello di poter coinvolgere gli allenatori professionisti che, per qualunque ragioni, sono primi di ingaggio in percorsi di consulenza e affiancamento dei settori giovanili delle formazioni di club, al fine di innescare una crescita complessiva del movimento della pallacanestro italiana. Anche su questo aspetto, su cui si è registrato un generale interesse, è stata sollecitata l’attenzione delle istituzioni perché ciascuno secondo le proprie responsabilità compia i passi concreti necessari all’attivazione di questo percorso.

Article Categories:
Trofeo dell'Amicizia 2019

Menu Title